Apple – 1984 Superbowl Macintosh

ti piace? condividi!

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Quando ho cinque minuti liberi mi piace guardare spot famosi come questo, “Apple – 1984 Superbowl Macintosh”. È sempre giusto spendere qualche minuto pensando ai grandi commercial del passato, anche se sei un copy solo digitale, che opera creando testi per siti web o altri contenuti del genere.

Considerato questo, ho pensato di ritornare su una pubblicità che per qualche motivo è stata influente, a livello creativo e – in alcuni casi – culturale. Buona visione!

Lo spot Apple del 1984 ha vinto numerosi premi ed è stato riconosciuto come uno delle pubblicità di maggior successo di tutti i tempi. È stato anche uno dei principali motori dello sviluppo del cosiddetto “event marketing”.

Questo piccolo capolavoro è molto più di uno spot; è la promessa che Apple fa ai suoi utenti di espandere i loro orizzonti rispetto ai loro computer e rendere anche l’ambiente di lavoro più angusto un luogo di creatività e stimoli inconfinabili.

Spot pubblicitari italiani ed esteri

Ripescare vecchi spot è uno dei miei passatempi preferiti.

Personalmente, non sono un copy che di solito è chiamato a ideare spot televisivi come quello che hai visto. Questo non mi impedisce di ispirarmi a pubblicità che hanno fatto, nel loro piccolo, la storia della comunicazione commerciale. Ogni tanto scrivo di questi temi anche nel mio blog personale, specie nella categoria Spot e dintorni.

Perché studiare gli spot è importante

Spot come “Apple – 1984 Superbowl Macintosh” aiutano ad analizzare la società. Come siamo e come eravamo. Guardando queste pubblicità, soprattutto le meno recenti, si può intuire come siano cambiati i valori, le aspirazioni, le idee e in generale i modi di essere dei consumatori. Ma anche di noi copywriter – mi ci metto anche io in mezzo, anche se non c’entro molto col discorso, come ti ho detto prima. Quello che oggi ci sembra strano, o fuori dal tempo, una volta era all’ordine del giorno. Queste dissonanze socio-tempo-culturali, se me lo permetti, sono super interessanti.

E se tutto il discorso non ti convince, eccoti una citazione colta riguardante la pubblicità. Tanto per darsi un tono, sai:

La pubblicità si basa su un’unica cosa: la felicità. E sapete cos’è la felicità? La felicità è una macchina nuova, è liberarsi dalla paura, è un cartellone pubblicitario che ti salta all’occhio e che ti grida a gran voce che qualunque cosa tu faccia è ben fatta, e che sei ok.

— Don Draper

Oppure dai un’occhiata ai miei articoli. Ne metto uno a caso:

Vuoi vedere altre pubblicità famose come Apple – 1984 Superbowl Macintosh?

Sul mio blog cerco spesso di ripescare spot dal passato appena ho un po’ di tempo. Se anche tu sei un appassionato, allora, tieni d’occhio queste pagine, anche per capire come si è sviluppata la pubblicità negli anni.

Ti invito anche a visitare i canali Youtube dai quali ho preso gli spot, che ringrazio vivamente.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Apple – 1984 Superbowl Macintosh