Come scrivere un blog efficace e (soprattutto) utile?

come scrivere un blog
Riflessioni varie su come scrivere un blog personale che abbia un qualche successo. Il primo passo? Essere utili e terra terra. Pare facile, ma non lo è.

ti piace? condividi!

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Per capire come scrivere un blog veramente efficace, devi rispondere a una domanda cruciale: questo articolo può essere letto e capito dalla maggioranza dei miei lettori? Se la risposta è no, devi riscriverlo. È la pura e semplice verità. Potrebbe costarti qualche ora di lavoro in più, ma arricchirà la tua anima e ti renderà una persona più aperta al dialogo. Forse.

Se la risposta alla domanda di prima è sì, invece, il tuo lavoro non è ancora finito. La prossima questione che devi affrontare è: “Come posso rendere questo articolo più coinvolgente e aumentare la sua probabilità di essere letto?”

Vediamo di capirci qualcosa di più.

Essere utile: l'unico motivo per scrivere un blog

La risposta alla domanda posta poco più sopra semplice: offri qualcosa al tuo lettore. Sii utile. Dai in pasto a quei navigatori del web insaziabili di notizie qualcosa che valga la pena leggere. Cerco di dare qualche esempio. Potrebbe trattarsi di:

  • Un fatto interessante (“Grattarsi le ascelle aiuta a guadagnare di più: lo studio”);
  • Una citazione significativa (“La lezione di Bukowski: ‘Quello che importa è grattarmi sotto le ascelle’”);
  • Una domanda provocatoria (“Ho smesso di grattarmi le ascelle e ora vivo meglio: tu quando inizi?”);
  • Una storia divertente (“Quella volta che mi grattai le ascelle a giorni alterni”).

Qualunque cosa sia, offrigliela subito, nelle prime righe. E poi bombarda i tuoi lettori con una valanga di informazioni sempre meno importanti, e magari più difficili da elaborare. È il classico schema della piramide rovesciata: prima le cose utili nelle primissime righe, la fuffa dopo. Ne parlavo anche nell’articolo su come scrivere recensioni.

Quindi, la prima lezione importante per scrivere un blog personale di successo è: se vuoi che la gente legga il tuo articolo, offri qualcosa di interessante. E offrila subito. Fai la tua proposta nelle primissime righe. Poi dopo, con calma, esplora tutto il discorso.

Per essere attraente, però, un’offerta deve essere un minimo presentabile. Come si fa? Rendendo il tuo articolo più a misura di lettore. Un classico esempio sono i sottotitoli, o i punti elenco. Si tratta di un suggerimento che troverai su ogni articolo del genere. Questo perché elementi del genere rendono i tuoi post visivamente interessanti e possono dimiuire la frequenza di rimbalzo.

Scrivi articoli più invitanti e meno prevedibili

L’idea di base è quella di rendere gli articoli del tuo blog più invitanti e meno prevedibili. Non è un termine che ho usato a sproposito. Devi ricordarti, infatti, che stai scrivendo per il web. Ovvero per persone che sono per la maggior parte dei casi annoiate a morte quando si tratta di leggere qualcosa postato online. Va così, c’è poco da fare.

Decine di milioni di persone non leggono altro che decine di milioni di blog ogni giorno. Molte di queste persone sono spaventate, intimidite, disinformate e disorientate da tutto questo papello di informazioni non verificate e non verificabili. Per questo motivo è necessario rendere il tuo post più attraente e affidabile. Così, magari, potrai ottenere un commento in più. Oppure una proposta di lavoro in più. Non si può mai sapere.

con una mossa imprevedibile, ecco un lungo video di gattini

Studia e comprendi il tuo pubblico

Altra sentenza: per scrivere un buon articolo per il tuo blog, devi capire il tuo pubblico.

Che tu sia una persona socievole o un orso a cui non interessa pressappoco nulla degli altri, poco importa. Così come nel mondo “reale”, anche in quello dei blog online l’unico modo per comprendere e comunicare con qualcuno è quello di capire con chi si ha a che fare. Come si riesce? Lo si osserva. Nei minimi dettagli.

Se vuoi fare le cose per bene, potresti anche pensare di creare una buyer personas del tuo lettore. Ho scritto un lungo speciale a proposito se ti va di leggerlo.

Dove prendere suggerimenti per i tuoi articoli?

L’ispirazione per scrivere i tuoi articoli può derivare da qualsiasi cosa. Presta attenzione a ciò che vedi e senti ogni giorno mentre cammini per strada, viaggi in autobus o in treno, vai a fare compere e così va. Ciò che osservi ti darà le idee di cui hai bisogno per rendere gli articoli del tuo blog online più convincenti.

E un suggerimento: vola basso. Non andare per forza dietro a modelli che per altri hanno funzionato. Rimani terra terra, pensa veramente a quello che serve alle persone. Parla la loro lingua, usa i loro schemi mentali, rivolgiti in modo diretto. Non tirartela solo perché devi scrivere cose che magari loro non sanno.

Pensa in quale modo il tuo articolo può risolvere i loro problemi. Raccogli le informazioni che ti servono, e dopo inizia a scrivere. Fai tuo uno dei degli insegnamenti più antichi della scrittura commerciale: scrivi non pensando di vendere, ma come se stessi scrivendo una lettera a un amico. Dopo insaporsci tutto con parole chiave, tag, meta description e robbette SEO varie.

Considerazioni finali da tenere presenti per un buon blog

Infine, ecco altri suggerimenti sparsi su come scrivere un blog personale di successo: 

  • Stai cercando di convincere il tuo lettore a comprare qualcosa. Non per forza un prodotto. Magari un servizio, una consulenza, cinque minuti del suo tempo, un commento, un “mi piace”. Qualsiasi cosa tu creda ti possa tornare utile. Rendi la tua proposta di vendita la più chiara possibile;
  • Non confondere il tutto usando un linguaggio complesso e complicato. Usa frasi brevi e paragrafi brevi. Non far lavorare troppo il tuo lettore per capire quello che stai dicendo;
  • Usa caratteri semplici e di facile lettura. Evita troppe maiuscole. Usa parole chiare e comprensibili;
  • Non cercare di essere intelligente. Se non puoi spiegarlo semplicemente, non dirlo;
  • Scrivi per esseri umani, non per gli intellettuali. Come prima, la gente vuole leggere consigli sui suoi problemi, non articoli per blog pensati per scienziati di fisica nucleare.

Un’ultima cosa: un articolo di blog è diverso dagli altri tipi di contenuti. Ha l’ingrediente aggiunto di essere “interattivo”. Ciò significa che le persone possono rispondere al post leggendolo (e quindi imparando qualcosa) o lasciando un commento. E i commenti possono pure fare male, a volte (anche dopo anni di scrittura online). Tradotto in altri termini: non scrivere troppe cavolate, altrimenti riceverai belle batoste.

E alla fine dei conti, perché no? È libertà di parola. Insopportabile, deliziosa libertà di parola.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati

Sai che forse potrebbero interessarti anche questi post?

Come scrivere un blog efficace e (soprattutto) utile?